TUMORE POLMONARE – NUOVE TERAPIE INTERVENTISTICHE LOCALI

La prima causa di morte per neoplasia è il cancro ai polmoni, dovuto al fumo di sigaretta, all’esposizione ad inquinanti atmosferici cancerogeni come il finissimo particolato (PM10) e il benzopirene dispersi nell’aria urbana e ad altre cause. Questa patologia sta aumentando di incidenza in tutto il mondo (2,5 milioni di casi all’anno).

continua a leggere..

Annunci

INQUINAMENTO AEREO DA AUTOVEICOLI A MILANO

Dott. Luciano Sabolla

La comunicazione sull’inquinamento dell’aria acquista maggior chiarezza considerando solo la sua causa più rilevante ossia il trasporto su strada: l’Italia è il paese con il più elevato tasso di motorizzazione della UE, quasi 80 autoveicoli per 100 abitanti. Per evitare il più possibile la confusione nell’interpretazione dei dati è necessario che l’analisi sia ristretta ad un periodo temporale, nel nostro caso l’anno 2014, anno cui si riferisce l’ultimo rapporto pubblicato dall’ARPA Lombardia e ad un solo territorio: nel presente articolo è stato scelto quello di Milano e Provincia perché provvisto del più efficiente sistema di rilevazione del paese (per densità di centraline e loro aggiornamento tecnologico). Date queste delimitazioni la presente nota tratterà delle tre sostanze aerocontaminanti da traffico autoveicolare più preoccupanti per la salute pubblica.

continua a leggere..

AMIANTO E TUMORI MALIGNI

Dott. Luciano Sabolla

Dopo l’articolo introduttivo sull’amianto, od asbesto, recentemente pubblicato su questo sito web, passiamo ora a conoscere le malattie maligne inducibili dall’inalazione di queste fibre minerali killer, principalmente rappresentate dal mesotelioma maligno (MM), neoplasia a carico della pleura (membrana sierosa che avvolge dall’esterno entrambi i polmoni) e dal cancro del polmone.

Alla III Consensus Conference italiana tenutasi a Bari nel gennaio 2015 è stata riportata un’incidenza del MM nell’anno 2011 in Italia pari a 3.64 per 100 mila persone per gli uomini ed a 1.32 per le donne. Il dato precedente, dichiarato nei Quaderni del Ministero della Salute n° 15 di quattro anni fa, era di 3.55 casi per 100 mila residenti negli uomini e di 1.35 nelle donne, tasso annuale standardizzato calcolato su quindicennio 1993-2008. Queste due stime statistiche sono le uniche disponibili negli ultimi 4 anni per il nostro Paese.

continua a leggere..

CANCRO del POLMONE – DIAGNOSI PRECOCE CON TAC

Dott. Luciano Sabolla

La neoplasia al polmone è la più frequente negli uomini e la seconda nelle donne, dopo il cancro al seno. In base ai risultati del progetto European Cancer Registry Based Study on Survival and Care of Cancer Patients, negli ultimi tre decenni la sopravvivenza a 5 anni dopo una diagnosi di tumore polmonare è migliorata in tutti i Paesi europei dall’8% al 13% e quindi rimane ancora scoraggiante, stimolano i medici ad aprire nuove possibilità di diagnosi precoce (prevenzione secondaria).
Nell’ ultimo ventennio sono state realizzate numerose sperimentazioni in tutto il mondo per verificare l’ utilità della TAC toracica senza mezzo di contrasto come strumento di prevenzione secondaria del cancro del polmone (la prevenzione primaria è perseguita abolendo l’ abitudine al fumo ed eliminando i cancerogeni dall’ ambiente).

continua a leggere..

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: