Tristi Primati.

dott. Luciano Sabolla

La European Environment Agency (EEA) ogni anno pubblica un rapporto sulla qualità dell’aria nei 28 Paesi della UE. Nell’ultimo resoconto l’Italia conferma il primato per numero di morti premature, nell’anno 2013, da inalazione di particolato aereo ultra fine PM2.5 (66.630 decessi), di biossido d’azoto NO2 (21.040 decessi) e di ozono O3 (3.380 decessi). Nell’area metropolitana di Milano il traffico su strada genera questi inquinanti atmosferici nella misura del 42%, del 66% e del 30% rispettivamente.

continua a leggere..

Annunci

PRIMATO ITALIANO PER VITTIME DA N02 IN EUROPA

dott. Luciano Sabolla

L’ultimo rapporto europeo sulla qualità dell’aria, pubblicato dalla European Environment Agency (EEA clicca qui), indica l’Italia, tra tutti i 28 membri della UE, come il Paese col maggiore impatto in termini di salute, nell’anno 2013, in conseguenza ad inalazione di biossido d’azoto (NO2) atmosferico.

L’N02 è il principale esponente della famiglia chimica degli ossidi d’azoto (NOX).

continua a leggere..

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: